I divani letto

I DIVANI LETTO

Lo sforzo maggiore nel produrre un divano letto è quello di resistere alla tentazione di utilizzare dei meccanismi di importazione o nazionali veramente scadenti, ma offerti a prezzi incredibilmente bassi. L’esperienza ci ha insegnato che questi meccanismi, dopo un certo utilizzo, cominciano a dare problemi di chiusura e sono spesso soggetti a rotture o incurvature del telaio.

L’altro impegno è quello di dare importanza al comfort del letto, sia con i vari materassi disponibili, ma anche al comfort di seduta e al design del divano. Non è semplice trovare il giusto compromesso tra comfort e contenimento dei costi, sapendo che questo prodotto soffre di una richiesta ed una offerta fortemente condizionata dal prezzo.

Apparentemente i divani letto sembrano tutti uguali e per capire le differenze dobbiamo veramente dedicare qualche minuto per leggere le righe successive con attenzione, altrimenti il rischio di considerare i divani letto tutti uguali è molto alto.

La maggior parte dei meccanismi presenti sul mercato adotta un sistema molto semplice di apertura. Attraverso la rotazione dello schienale e senza rimuovere alcun cuscino, il divano si trasforma in un letto con rete e materasso.

Il meccanismo è fornito con innesti a baionetta per facilitare il montaggio e lo smontaggio di braccioli, schienale, fascia frontale del divano, risolvendo il problema del peso e permettere una più agevole movimentazione durante il trasporto.

Questo sistema di costruzione permettere la massima sfoderabilità degli elementi ed un rimontaggio estremamente facile. Verificate la sfoderabilità dei cuscini di seduta e dello schienale.

Vediamo quali sono le principali differenze tra i vari meccanismi letto.

Innanzi tutto lo spessore dei tubolari in ferro che costituiscono il telaio della rete. Siano essi tubi rotondi o quadri devono avere una certo spessore altrimenti rischiano di piegarsi, anche semplicemente dopo una chiusura poco accorta. Sicuramente è necessario un efficace studio dell’apertura e della chiusura perché le leve ed i rivetti del meccanismo rischiano di piegarsi o saltare.

Un danno che comprometterà per sempre l’apertura e la chiusura regolare del meccanismo.

Telaio in tubo da mobilio ad alta resistenza, con verniciatura epossidica. Piano dormita con rete in acciaio elettrosaldata e cinghie elastiche.

Preferiamo vedere le cinghie rispetto alla rete sulla parte che va a contatto con la seduta, perché diventa un vero e proprio molleggio ed aumenta il comfort.

Veniamo ora al materasso, un componente fondamentale come possiamo ben capire, perché dalla qualità del materasso dipende il riposo di tutte le persone che lo utilizzeranno.

Sono disponibili materassi in 2 diverse altezze 13 cm e 18 cm. la scelta per l’uno o per l’altro dipende dall’utilizzo che ne vogliamo fare e dal comfort che desideriamo. Naturalmente il materasso alto 18 ha un comfort superiore.

Anche la densità è importante perché da questa dipende la resistenza allo schiacciamento e la morbidezza.

La bassa densità è D21 la media D25 l’alta densità è D30.

Il materasso può anche essere sfoderabile per poterlo lavare e pulire e sono disponibili anche nelle versioni ignifughe CLASSE 1 IM – BS 7177 – 16 CFR 1632

Con i suoi 18 cm di altezza il Materasso High Comfort ad alta densità (D30), si colloca nella fascia dei materassi da letto assicurandone massimo comfort.

È consigliato per un uso quotidiano del divano trasformabile.  Rivestito con tessuto stretch, anti acaro e anallergico.

Il divano letto è molto pesante e ben piantato a terra. Spostarlo per pulire il pavimento non è facile.

Per questo scopo segnaliamo la possibilità di inserire una semplice leva che permette il sollevamento del divano e lo scorrimento su ruote.

 

, ,